giovedì 13 novembre 2014

METEO A VISTA

Bellissima giornata, sole caldo e vento di tramontana. Chi può ne approfitti...   ...sembra che no duri per molto!

mercoledì 12 novembre 2014

ROC PENNAVAIRE - News

 A tutti gli iscritti dell'Associazione:
 
IL Tendone del Circo, in questo fine settimana,  ha retto bene alle intemperie proponendosi completamente asciutto. Sabato una splendida giornata di sole leggermente calda,  ma la roccia  molto abrasiva ha consentito comunque di scalare con una discreta aderenza.
Domenica un pò più uggiosa  e così la dedichiamo alla chiodatura di due belle linee nel settore sinistro.
Ancora un pò di pazienza e si darà  il via ufficiale alla frequentazione in questo angolo di roccia perfetto; ad oggi sono
presenti 20 vie chiodate di cui 13 già liberate e i lavori continuano...........
 
Performances: ad Euskal Giovanni Bassanini sale Roca Natural 7c al
secondo giro, mentre Castelbianco la fa da padrone con le performances:
Vattene 7c+ viene salita da Matteo Felanda (Donde) e Marco Botto il
quale sale anche Godzilla 7b+ flash, Daniele Morei in tre giri chiude
Guida Tu 8a mentre Alessio Voghera e Alberto Bavese salgono Godzilla
velocemente.
 
A presto con altre news
 

lunedì 10 novembre 2014

FINALE - BiagioKiller al giardino

"All'incomincio..., era verde. ...poi capace, che è diventato rosso!"
Si narra che durante una trasferta verso Finale, Marzio abbia avuto un piccolo incidente con la macchina a causa di un semaforo rosso non rispettato. 
Dalla discussione nata con l'altro incidentato, innervosito dalla situazione, pare abbia pronunciato questa frase un po' sconnessa. Ridendoci sopra con l'amico Andrea sono nate le due linee di 8a "All'incomincio..." e "...poi capace" dai nomi particolari, che insieme a "Mr.Steel" danno vita ad un trittico di vie, corte ed esplosive, molto temuto negli anni '80 come oggi.
Domenica, anticipando l'arrivo di the storm, Pietro Biagini ha salito al secondo giro di giornata (l'aveva già provata qualche volta lo scorso anno) "All'incomincio...
Ma non è tutto, il giorno prima, BiagioKiller in quel di Varazze, all'Antro dei druidi, ha salito "Messa delle streghe" 7c.


Sabato a Toirano, domenica a Finale

Questa mia situazione di fermo obbligato mi scombussola un po' tutti i progetti che mi ero fatto per l'autunno.
Quindi girovago tra sentieri e falesie in cerca di non so bene cosa. Dovrei stare fermo ad aspettare che tutto passi, ma poi mi lascio tentare dalla scimmia e mi dico che due tirelli facili, non mi possono far male ! ( non è esattamente così che bisogna fare )

Stefano Dondero su "Il Cagasotto" 7b+
Sabato, si decide per i Gumbi, in compagnia di Gianni e Laura (Red), fa ancora un po' caldo ma sui tiri facili si resiste bene. Incontriamo in falesia oltre a qualche visitor, anche Stefano Dondero con altri ragazzi della Sciorba.
Daniele Carbone su "Drake" 6a+
Passiamo la giornata sui tiri morbidi, con un po' d'invidia per Stefano, che invece impegnato a cerca di capire i movimenti del 7b+ di fianco a me, non curante del caldo.

Evidentemente ha capito subito tutto, perché al secondo giro stampa "Il Cagasotto", beata gioventù!
Intanto Daniele Carbone, uno degli amici di Stefano, sale con un breve attimo di indecisione, "Drake" 6a+ AV. 

Domenica, le previsioni davano acqua nel primo pomeriggio, quindi rimaniamo a Finale.
Saliamo alla Cengia degli androidi, un settore tranquillo in questo periodo, preso poi d'assalto in pieno inverno.
Quando arriviamo io e Ci il settore è deserto, mentre aspettiamo Gianni e Laura, mi guardo un po' attorno, la grotta che abbiamo salito all'interno della parete per poi sbucare sulla cengia è veramente caratteristica, peccato che il rumore dell'autostrada disturbi quest'armonia. Incominciamo ad arrampicare e come sempre rimango colpito dalla piacevole sensazione che mi restituisce il contatto con la pietra del finale.
Gianni Carbone su "Cyborg a Perti" 6c+
Saranno nostalgie del passato? O la roccia che è così bella che rapisce?
Fatto sta che ho (abbiamo) scalato a ripetizione, cercando di sfruttare il massimo del tempo prima dell'arrivo della perturbazione, che inesorabile alle 14:30 ha lasciato cadere le prime gocce d'avvertimento.
Facciamo frettolosamente lo zaino e scendiamo alla macchina, le gocce cominciano a diventare pioggia.


ATTENZIONE: sulla via "L'ultimo ringo" 6a (partendo dalla cengia) c'è un grosso nido di calabroni, visibile anche da terra.