lunedì 19 settembre 2022

FINALE - Il Tempio del Vento (restyling by Yorick Fischli)

Siamo alle porte dell'autunno, il vento da nord ha cominciato a mitigare le calde giornate che ci hanno costretto per tutta la stagione estiva a cercare i posti più freschi, qualcuno ha già approfittato delle fresche mattinate per frequentare le falesie asslate.
Allora come promesso a Yorick è venuto il momento di ricordare a tutti gli aficionados finaleros il grande lavoro fatto da questo ragazzo svizzero innamorato della Pietra del Finale.



Gli avevo chiesto di scrivere qualche riga che motivasse tanta passione e desiderio di fare, eccole:

..."Era un po di anni che vedevo questa parete colorata risalendo la valle Cornei, bella lunga e lavorata. 
I miei amici mi avevano parlato di alcuni tentativi di inchiodatura ma... niente. Abbandonata veramente!?

Poi l'autunno scorso, mi è proprio venuta la voglia di riattrezzare il Tempio del vento, quindi, all'inizio della primavera ho contato i miei soldi, preso un mese di vacanze, trovato qualcuno per tenere il mio gatto, e sono sceso a Finale il primo di maggio per iniziare a pulire il sentiero e la base 
della parete.


Un mese per pulire, ri-chiodare e chiodare più o meno il doppio che c'era, non è tantissimo... allora mi sono sistemato in una delle grotte della falesia e dormivo lì, iniziavo a lavorare dalle 6 del mattino fino a sera alle 22/23, resinavo col frontalino... non mi piace lasciare lavori in corso.


Quindi ho pulito tutto in una settimana, ho ordinato chiodi e soste poi sono tornato una settimana a casa per riposare e aspettare il materiale.
Chiodi arrivati, salgo in macchina con un amico che voleva aiutarmi un paio di giorni al inizio dei lavori.
Poi... Poi... Ecco, due settimane dopo, il Tempio del Vento-settore destro- gode di 23 tiri nuovi per una quarantina totale su una roccia imperdibile.


E' stata una esperienza particolare per me, essere da solo così tanti giorni, con l'unica voglia di chiodare, un giorno con la pioggia, un giorno con 32 gradi.
Finale è rimasto uno dei miei posti preferiti al mondo e quindi fare questo lavoro vorrebbe essere un modo di ringraziare il finalese, come fosse un regalo.



E' anche stato bello di potere liberare tutti tiri prima di andare via, grazie Jack che è venuto a farmi sicura. E stato stancante ma molto piacevole!

Quando sono arrivato a casa, c'era come un vuoto: "cosa faccio adesso?"... meno male che c'era il gatto che mi aspettava.
Ci vediamo lì in autunno che sarò a chiodare il settore sinistro!

Yorick"

Ecco l'elenco delle vie chiodate e ri-chiodate da sx a dx:
(rispettando la numerazione della guida
  • 24 - "Avanporco" 5c+
  • 25 - "Via di Marco e Riccardo" 5b
  • 26 - "Rispitta la natura" 5c
  • 27 - "Dubbi di Bacco" 6b+
  • 28 - "Video game" 7b+
  • 29 - "Ma bravo guaglione" 6c+
  • 30 - "Tra le braccia di Morfeo" 6a
  • 31 - "Bac au Craques" 6c
  • 32 - "Patatagonia" 6a+
  • 33 - "Tempio del vento" 6b+
  • 34 - "un gnif gnaf melodrammatico" 6c
  • 35 - "Pump Friction" 6c
  • 36 - "Orrenda" 6b+
  • 37 - "La Pennavaira può aspettare" 6a+
  • 38 - "Morbida sarucia" 6b
  • 39 - "Il pettirosso e la canna" 6b+
  • 40 - "Corron" 6b+
  • 41 - Prject
  • 42 - "Chinotonic" 5c
  • 43 - "Accendi un cero Andrea" 6a
  • 44 - "Dita in crisi" 7a
  • 45 - "Cape town" 7a+
  • 46 - "Dammi la mano destra Belinda" 7a+
  • 47 - "Specchio delle mie grane" 6c/+
  • 48 - "Resinata con stracchino" 5c
  • 49 - "Divieto imminente"
  • 50 - "Belinbox" 6a
  • 51 - "Scaladino a pagamento"
  • 52 - "Birra a vista" 5c
  • 53 - "Precarietà finalese" 6c
  • 54 - "Spiderman" 6c
  • 55 - "Es ruetli fur dil" 6c
  • 56 - "Arsura mentale" 6b
  • 57 - "Aspitta un attimo" 6b
  • 58 - "Posso tornare a casa" 7b+
  • 59 - "Tempio del fumo" 6a
  • 60 - "Leojidass" 7a+
  • 61 - "Radicalpith" 5c
  • 62 - "Tettata pe Thomas" 6a
***NOTE: 
  • i gradi proposti dal chiodatore sono da confermare
  • 80 fittoni offerti da Montura Store Finalborgo
  • 70 maillon+ anello offerti da Umberto Pellegrini
  • 25 fittoni offerti da Bar dell'Orco/Base Camp Cucco
  • tutto il resto del materiale è stato offerto dal chiodatore.
 GRAZIE YORICK
E
BUONA SCALATA A TUTTI !!!

martedì 6 settembre 2022

VALPENNAVAIRE - Il ritorno dello Jedi 8b x Simone

 Simone Priano continua ad aumentare di grado, aggi in preparazione alle prossime gare, è salito alla falesia del Cineplex dove ha chiuso in soli 6 giri il suo progetto “Il ritorno dello Jedi” 8b.

Un giovane molto determinato con tanta motivazione, sentiremo uno da tenere d’occhio nelle prossime competizioni. In bocca a lupo Simo!


giovedì 11 agosto 2022

FINALE - una chicca a Monte Cucco

Indomabili vecchi Cravasard, nemmeno la caldazza di questo periodo riesce a fermarvi.


…””Ciao Ale volevo comunicare che è nata una nuova via ad opera di Angelo Manella che è alla sua prima esperienza in questo campo e il tiro si chiama appunto ‘Opera 1^‘ e parte subito a destra di ‘Souvenir de buoux’ 7b e termina con le ultime 4 protezioni e la sosta in comune con ‘Top gun’ 6a+ il settore è quello prima del canyon di cucco, non è ancora stata liberata perché per chi non si tiene è troppo difficile 😄. La lunghezza è di 30 metri circa e conta di 14 protezioni. Il materiale è stato offerto dal sottoscritto. Buon divertimento!

Geppe””

Allora raga, per chi vuole fare la FA, il settore è all’ombra al mattino fino alle 14. Per chi vuole scaldarsi sugli altri tiri del settore consultare questo link.

BUONA SCALATA A TUTTI !


mercoledì 3 agosto 2022

FINALE - un martedì qualunque del climber genovese

 …”allora domattina sveglia alle 6:30 e proviamo ad andare a Monte Cucco con il fresco fino a quando non arriva il sole

Il programma sembrava fattibile, ma non avevo fatto i conti con la canicola combinata con l’A10. In realtà pensavo che in occasione delle ferie agostane il traffico in settimana potesse essere meno intenso.

Alle 7:30 saltiamo in macchina e scendiamo in Val Polcevera per raggiungere l’entrata dell’A7 a Bolzaneto. Mezz’ora abbondante la coda comincia subito dopo Manesseno (giustamente la gente normale va al lavoro). Imboccata l’autostrada tutto fila liscio, a Varazze  notiamo sulla corsia opposta una coda lunga alcuni km ed ascoltando Isoradio capiamo che c’è stato un incidente con un autoarticolato ribaltato poco prima di Arenzano (combinazione!***). Speriamo che per il ritorno tutto sia tornato alla normalità.

Ore 8:45 siamo al parcheggio di M. Cucco tutto sommato un viaggio nella media, (la macchina segna 25 gradi).

Ore 9:00 attacco il primo tiro, poca brezza e subito il caldo si fa sentire, alla faccia del fresco mattutino. Ma a parte il caldo corporeo la sensazione sulla roccia non è malaccio. Riusciamo a fare 5 tiri gli ultimi due scendiamo zuppi di sudore e alle 12:45 il sole che si è avvicinato alla parete inesorabile ci fa dichiarare “bon raga!!!” (La macchina segna 31 gradi)

Ore 13:10 partiamo per rientrare a casa, all’entrata di Feglino il cartellone luminoso non segnala anomalie, ma dopo poco dalla radio giunge l’amara sentenza “8 Km di coda tra Celle Ligure e Arenzano, casello di Pra chiuso in entrata e uscita e ancora 2 km di coda tra Pegli e Genova Ovest” …belin che culo!

Coda in uscita ad Albissola

Così usciamo ad Albissola (in coda) e percorriamo tutta l’Aurelia che fortunatamente alle 14 è poco affollata, nel frattempo la radio da risolto l’incidente sul ponte San Giorgio e noi rientriamo in autostrada ad Arenzano e tutto va per il meglio fino a casa (2h 15’).

Alle 16 dopo aver fatto una doccia fredda per raffreddarci un po’ ci gustiamo un caffè rilassante in terrazzo.

Caffè e relax

In conclusione direi che finché dura questa canicola non ne vale la pene alzarsi presto per andare in falesia a Finale meglio optare per un giro in bici o magari un multi pitch in montagna.

BUONA SCALATA A TUTTI!


*** nota - Ma sti governanti non hanno ancora capito che l’A10 è un’autostrada pericolosa da far percorre a tutti sti camion? I convogli che devono attraversare la Liguria dovrebbero essere caricati sui treni al parco Roja di XXMiglia e scaricati a destinazione, come recitava un vecchio progetto proposto parecchi anni fa da Trenitalia.

lunedì 25 luglio 2022

VALLÈE - falesia La Confession

Ieri ultimo giorno di permanenza in Vallée, abbiamo scelto una falesia molto comoda in Valgrisenche, in pratica si fa sicura dalla macchina.

comodissima

Sto parlando della Confesion, la parete si trova sulla destra, salendo la Valgrisa, poco dopo la bellissima ed evidente cascata che sembra saltare sulla strada e prima del bivio per la frazione di Planaval. Impossibile non notarla perché ci si passa a tre metri di distanza. Parcheggiare nella piazzola alla base della falesia o 20 metri dopo sulla sinistra.


Siamo arrivati alle 14:30 ma era ancora inondata di sole (in questa stagione) quindi ci siamo fatti un giretto sino alla diga e siamo tornati un'ora dopo, il sole era appena andato via e la roccia ancora calda non invitava alla scalata, abbiamo tergiversato ancora una mezz'ora.

Le vie sono belle, tutte verticali o leggermente appoggiate, sulla caratteristica roccia della Vallée, piuttosto esigenti di dita ed un gran lavorio di piedi. La tecnica è indispensabile il ciapaetira non funziona.

fino alla fine (delle dita)

Abbiamo fatto solo 4 vie perché la roccia continuava ad essere calda ed i polpastrelli si infuocavano (alle 19 c'erano ancora 27 gradi).

Direi una falesia da frequentare con temperature decisamente più basse!

le vie da sx a dx:

  1. A spasso con la ciccia 6b+   18 m.
  2. Ciò che mai fu           6b   18 m.
  3. Ciriaco                         6b   18 m.
  4. Via tennica                 6a+ 20 m.
  5. Maionese sulle dita         6a 20 m.
  6. Un colpo di scopa         6a 18 m.
  7. Maciocca                         5c  22 m.
  8. T'ha vu la ronghia         6a+ 25 m.
  9. Cinghialstory                 6b 25 m.
  10. Gionbagarre                 6c 23 m.
  11. Cantonieri nella notte 7b+ 23 m.
  12. Il deserto dei Goblin 7c 23 m.
  13. Un'avventura                 6b 20 m.
  14. Anch'io bevo orangina 6b 20 m.
  15. no name                          6a    20 m.

BUONA SCALATA A TUTTI!




sabato 23 luglio 2022

VALLÈE - falesia La Gang del palanchino

Siamo stati a Courmayeur ed abbiamo fatto visita ad una falesia, consigliataci dall'amico Arnaud, che forse non tutti conoscono, infatti è nata nel maggio 2021 quando sono iniziati i lavori di disgaggio e chiodatura, nominata: LA GANG DEL PALANCHINO forse per distinguerla dalla più conosciuta e datata falesia di LA SAXE. La Gang dista infatti solo una cinquantina di metri alla sinistra e poco più in alto di quest'ultima.


Devo dire che la prima impressione non è stata fantastica, l'ultimo breve tratto di sentiero per accedervi è solo una traccia molto ripida e la base della falesia un po' scoscesa mi avevano scoraggiato, ma...   come ho incominciato ad arrampicare mi è tornato il sorriso, i tiri cono tutti abbastanza lunghi, alcuni superano i 30 metri, la roccia è sempre molto compatta intersecata da piccole fessure, lame e tacche, con inclinazioni multiple (appoggiata, verticale e strapiombante) molto divertente da scalare.

Cinzia su "Desaparecido"


Siamo arrivati in falesia alle 10 ed abbiamo avuto il tempo di scalare solo cinque vie, partendo con le orecchie basse da: "Bellina bellina" 5a per prendere confidenza, e successivamente su "Desaparecido" 6a+, "ParkRey" 6b, "Per un pugno di spit" 7a/+ e per finire "I 4 dell'Ave Maria" 6c tutte vie veramente belle mai banali, con una chiodatura veramente friendly.

il Re delle Alpi

Avvicinamento: arrivati a Courmayeur con SS26 continuare verso Entreves, all'altezza del bivio per La Saxe (prima del primo paravalanghe) lasciare l'auto nel parcheggio sulla destra. Salire verso il paese ed incontrate le prime abitazioni prendere la prima via a sinistra (prima della fontanella) salire verso un caratteristico porticato e quindi svoltare ancora sinistra seguire la via ciottolata fino ad incontrare un cancello di ferro (solitamente aperto) da dove parte un sentiero che costeggia dall'alto la SS26. in pochi minuti si giunge alla falesia vecchia della Saxe (attrezzata anche per il Dry Tooling), proseguire alla base di questa sino al lato all'estrema sinistra da dove parte il sentiero che in meno di 5 minuti vi porta alla base della falesia.

Le vie da sx a dx:

  1. Chi la fa, l'aspetti!!  7a 15 m.
  2. Infomotta 7b 15 m.
  3. ParkRey 6b 26 m.
  4. Desaparecido 6a+ 28 m.
  5. El Regreso 7a 32 m.
  6. Bellina Bellina 5a 15 m.
  7. Per un pugno di spit 7a/+ 32 m.
  8. Non c'è 2 senza 4 7b 35 m.
  9. i 4 dell'Ave Maria 6c 30 m.
  10. Testa di Rame 7a 25 m. 
  11. La Gang del Palanchino 7b 22 m.
  12.  Joe Palanchino 7c 22.
  13. Banana Joe 8a 22 m.
  14. Osteopata 6b 18 m.
  15. Astra 7a 16 m.
  16. Zeneca 6c+ 16 m.
  17. Testa di rame diretta 6b 16 m.
  18. Testa di rame 5c  15 m.

una birra con Arnaud a fine gioirnata

BUONA SCALATA A TUTTI !

mercoledì 20 luglio 2022

VALLÈE - la falesia di Joe Mazza

Nonostante negli anni avessi girato tante falesie valdostane, questa non l’avevo ancora visitata.


Dopo aver fatto una bella escursione sul Gran Paradiso, abbiamo dato un'occhiata alle falesie recensite sulla guida “Valle d’Aosta Sport Climbing” di Massimo Bal e Patrick Raspo, per individuare un settore e poter scalare al fresco, mi ha incuriosito la descrizione e la foto di questa falesia: …si tratta di un luogo fresco ideale per i pomeriggi estivi….  …le vie sono di media difficoltà e propongono una scalata sia di forza sia tecnica e di equilibrio su svasi, piatti e tacche con una roccia molto tipica che rende il luogo unico.

Il posto è veramente unico, oserei dire bucolico, l’avvicinamento tutto in piano partendo dall'abitato di Roisod seguendo il sentiero "Ru-Neuf" che corre accanto ad un canale irriguo, ombreggiato da pini e larici, che accompagna la passeggiata sino alla base della falesia.


Noi siamo arrivati alle 12:30 sperando di trovare già la parete all'ombra, ma abbiamo dovuto aspettare fino alle 13:45 per poter cominciare a mettere le mani sulla roccia, la falesia è rivolta a E/SE, l'ombra era ovunque eccetto che sulla parete, ma ne è valsa la pena, un piacevole venticello ci ha accompagnati per tutto il pomeriggio.

Le linee sono interessanti quasi tutte su un'ottima roccia di non facile interpretazione, la chiodatura è abbastanza ravvicinata, tutta a fittoni resinati con ottime soste con moschettone di calata. 
La falesia è stata riattrezzata ultimamente da Andrea Plat su commissione del comune di Gignod, le difficolta delle vie sono quasi tutte di grado 6 con poche vie di grado 7, ma posso assicurarvi che non ne ho sentito la mancanza, provare per credere. In totale sono 20 vie con lunghezze che variano dai 18 ai 26 metri (eccetto un paio decisamente corte) verticali e leggermente strapiombanti.

Come arrivare: partendo da Aosta seguire le indicazioni per il traforo del Gran San Bernardo (SS27) dopo qualche km prendere la deviazione per Excenex (SR38) oltrepassata questa frazione seguire le indicazioni per l'abitato di Roisod, appena dopo dall'abitato dopo un curva secca verso destra troverete, sempre sulla destra, le paline gialle con l'indicazione "Palestra di roccia Joe Mazza", parcheggiare di fronte o subito dopo nel tornante successivo rispettando le proprietà private. (Io ho comunque impostato su Google Maps la destinazione Roisod e ci sono arrivato facile.)


Le vie da Sx a Dx:

  1. Full Rossi Jacket 6a 20 m.
  2. Joelale 6b 22m.
  3. Polvere  7a/ 7a+ 26 m. (L1+L2)
  4. ? 7b 20 m.
  5. Incastro magia 5c 18 m.
  6. Voglia di vivere 6a/6c (L1+L2) 28 m.
  7. Ho! Grande Joe 7a+ 12 m. (parte a dx del secondo tiro di Voglia di vivere)
  8. La prima volta per Davide 6a 18 m.
  9. Bijou 6b 20 m.
  10. Fiaba per Alice 6b+ 20 m.
  11. Diedro 5b/4b (L1+L2) 23 m.
  12. Elisabet 6a 20 m.
  13. La Patric 4c 20 m.
  14. La Marlier 6b+ 20 m.
  15. Pancia dell'elefante 6c 15 m.
  16. Ivan e la terribile 6b 20 m.
  17. Sesso roccia rock and roll 6c 18 m.
  18. Pippo Pluto e Rin Tin Tin 6a 12 m.
  19. Spinellino 6b 20 m.
  20. Gorgo 6c 8 m.

Io e la Ci ci siamo divertiti e se avrò occasione tornerò sicuramente a riprovare i tiri lasciati in sospeso.


BUONA SCALATA A TUTTI!