lunedì 19 giugno 2017

PIEMONTE - Airale una falesia per tutti

Ieri, in compagnia di Gino, Antonella, Francesco, Daniele e la superlocal Cristina,  siamo andati a far visita alla falesia di Airale.

Alexio su "Peccati di gioventù"
Non avevamo voglia di stare in coda sulla A10 che in questo periodo è piena di vacanzieri e merenderi che creano lunghe code.
Abbiamo puntato verso la Vallée fermandoci al confine tra Piemonte e Valle d'Aosta, nel piccolo e simpatico paesino di Airale.
Poche centinaia di metri dopo l'uscita di Quincinetto proseguendo a sinistra verso Carema/Donnas sulla SS26 si incontra sulla destra l'indicazione stradale.
Si raccomanda di lasciare le auto parcheggiate bene per non creare problemi e/o screzi  con gli abitanti della piccola e tranquilla borgata (se non si trova parcheggio nella borgata è consigliabile lasciare l'auto nello spiazzo sulla statale all'altezza del cartello che indica la deviazione, sono solo 200 m. in più di cammino).
I bellissimi vigneti di Airale
Nella borgata ci sono delle indicazioni (cartelli in legno) che in breve attraversando bellissimi vigneti a pergolato, portano alla prima struttura, settore Truna, dove ci sono una o due  multi-pitch tra queste la via Parè e 4 monotiri di placca che non superano il 6a+.
Elenco vie da sx a dx:
1 - Camping Mombarone 6a
2 - Buon compleanno 6a+
3 - Viper 6a
4 - Vertical rock 5c
Settore Zampa
Proseguendo per scalini di pietra nel bosco di castagni si arriva al settore Zampa (consigliato in questo periodo perché esposto a N/NE e sempre ventilato.
Elenco vie da sx a dx:
1 - Il mio nome è leggenda 7a+/7b
2 - Fino alla fine 6c+
3 - Peccati di Gioventù 7a
4 - Cellofan 7b
5 - Ciao bella ba 7c
6 - Dita autoctone 7b
7 - La boule natural 7b
8 - La boule proget
9 - XL Mountain 6a/+
10 - Zampa 7c+/8a
11 - As tear go by 6c
12 - Il suonatora Jones 6b+
13 - Sara 6c+
14 - Tacykardia 7a
15 - Tien Rosanna coll'Antonio 6c/+


martedì 13 giugno 2017

FINALE - HOTSPOT Ed. 0

Domenica 25 giugno p.v. si svolgerà la prima edizione di 
HOTSPOT FINALE 


Nella nuovissima falesia sopra a Bric Grigio chiodata dal sempre più attivo Gerry Fornaro con la collaborazione di Lorenzo Fornaro e Carlo Ballerini.
Il nome di questo nuovissimo spot è Tibet, un nome che evoca le altezze di questa regione himalayana, visto che da lassù si domina tutta la valle dell'Aquila e oltre.
L'evento prevede una contest femminile sulle vie di grado 6 e 7 con ricchi premi per le patecipanti.
Ed una sfida tra i TopClimber, che parteciperanno all'evento, alla ricerca della First Ascent sulle 4 linee top ancora da liberare.
Questa iniziativa, come altre che seguiranno, è volta focalizzare l'attenzione i frequentatori abituali e non sulla bellezza, la conservazione, il recupero e la valorizzazione del territorio finalese.
Come si legge nella locandina l'evento inizierà nel primo pomeriggio e si protrarrà fino quando c'è luce (in questo periodo la falesia va all'ombra dopo le 14).
Ci sarà anche una squadra di volenterosi che provvederà a fare la pulizia dei sentieri e la raccolta dei rifiuti che purtroppo continuano a lordare le falesie a causa della maleducazione e del poco rispetto che purtroppo ancora certi climbers hanno verso il prossimo. 
Chi lo vorrà potrà poi cenare a Ca' d'Alice con prezzi di favore per i partecipanti all'evento.
VI ASPETTIAMO NUMEROSI 
E AGGUERRITI !




sabato 10 giugno 2017

Ciao Valerio D'Avino R.I.P.

Il sommozzatore dei Vigili del Fuoco di Genova scomparso ieri nelle acque  di Framura, a causa di un probabile malore durante un'immetsione, era anche un appassionato alpinista.
Ci uniamo anche noi alle parole che ha voluto dedicargli l'amico GianLuca Salvia.

..."Ciao Vale, ancora adesso non ho parole ma tanta rabbia dentro di me perché non è giusto che sia andata a finire così!! questa foto che ti ho fatto tempo fa sarà per sempre la più bella perché racchiude tutto...   un amico,una meta e la felicità in comune!!! grazie di tutto amico mio,ci mancherai tanto."

venerdì 9 giugno 2017

ROC PENNAVAIRE - News

A tutti gli iscritti dell'Associazione:

Di seguito due righe del nostro corrispondente Matteo Felanda

Oooooooooohhh, fortunatamente quest’anno NON dobbiamo organizzare ilBloc Pennavaire!”

Il primo anno è stata una bella sorpresa, il secondo hanno è stata una gradita conferma (seppur con pioggia), abbiamo visto che funzionava, che c’era partecipazione ed entusiasmo. Abbiamo anche toccato con mano che si trattava di un gran sbattone organizzativo (perché i risultati vengono quando ti ci dedichi al 100%). Bene. Abbiamo dato e per quest’anno il Comune nulla ci ha chiesto (e comprensibilmente, visto che era impegnato nelle procedure di ripristino post alluvionale), quindi siamo a riposo.

Poi, a maggio, invece, il Sindaco ci dice” dai ragazzi, organizziamo il contest di blocchi! Il 2 giugno! All’interno di un outdoor Festival  di 2 giorni, dedicato a tutte le discipline sportive che possono interessare il territorio!” E questa è la forza di un Sindaco che non si fa abbattere da un nubifragio, ma si rialza e riparte.

E allora, di fronte a tale entusiasmo, ci si è messi in moto: in due settimane sono state contattate tutte le aziende del territorio: da Cpr Free Sport, che si conferma Main Sponsor dell'evento con una fornitura di premi degna di nota :-), ai B&B (Casa dei Nonni, Arvé, Dhome, El Qujote), ai produttori di olio (Garello), ai ristoranti (Gin, Scola e Bar Neva) ai fornitori di piante, al produttore di orologi (Paolo Costa), fino ad arrivare al parco avventura di Alassio, Solleone, che non si sono fatte pregare (occhio, perché siamo in Liguria, ed è rara una simile apertura mentale e…di portafogli) , le aziende sportive e le palestre: risultato, partecipazione di massa! Vertikarkare, Boulder &Co, Rao, KK, Boulder Factory, SuXGiù, e poi Beal, la sportiva, Scarpa, Fiveten, Petzl, CT, E9, Wild Climb, con Finale Climb, Il Risuolatore, Monvic. E per finire litri e litri di acqua del Bar Neva e i Sali della Parafarmacia del Golfo che hanno tenuto su gli atleti nelle ore più calde e le medaglie biscotto per i piccoli delle Pasticceria Le Petite Marie.  Tutti questi premi ci hanno consentito di premiare tantissime  categorie premiate e tuti hanno davvero gradito.

Manco fosse un evento di carattere nazionale, ma forse lo può o potrà essere...????

Bisognava però procurarsi una struttura e tracciare: il combo SuXGiù (per la struttura) e Matteo Gambaro (per un lavoro di tracciatura di 4 giorni..!), con un’iniezione di prese Rao, ha generato un giocattolino di blocchi divertentissimo, con sequenze acrobatiche per le finali, davvero da supergiovani: un complimento particolare a Matte che in questo campo sa essere sempre fantasioso ed innovatore.

Verrà qualcuno? 110 partecipanti, tanti bambini, ma anche tanti tenenti, che, pur con la splendida giornata in valle, han deciso di divertirsi diversamente, a dar manate in allegria. Esatto, divertimento puro, con lo speakeraggio di Zac davvero straripante, stravolgente e coinvolgente, tanto che anche alla signora con lo scialle che guardava era venuta voglia di provare a dare due manate a quelle strane prese colorate.

Che poi il senso di questi contest è proprio questo: divertire e incuriosire. Bravi tutti a vincere è stata sicuramete la passione!

Tra le iniziative promosse all'interno del Cisano Outdoor Festival, il negozio di riferimento dei climbers della Val Pennavaire, Cpr Free sport ha organizzato un divertentissimo Zlagboard contest (un attrezzo infernale con cui si misura la forza degli atleti...) che è piaciuto non solo ai partecipanti ma anche alla gente del paese...tanto che si è scatenato un bel contest proprio tra Veri local del paese...sarà la sagra...sarà la musica ma Cisano si è trasformata anche grazie agli stand in piazza che facevano parlare una sola lingua :lo Sport.

Per non farci mancare nulla lo staff diCPRFREESPORT sempre sul pezzo  ha organizzato i test materiale in falesia:  i climbers hanno potuto provare le nuove scarpette Five ten e La Sportiva,  il nuovo GRi Gri Plus, le  corde beal,petzl,  imbraghi e rinvii petzl,beal ecc un'iniziativa molto apprezzata che sicuramente ripeteranno!!!! Quindi non macate alle prossime iniziative!!!!

Ricordiamo infine che da quest’anno è iniziata la collaborazione tra l’Associazione Roc Pennavaire e l’Associazione Find The Cure, pertanto 1 Euro per ogni iscrizione verrà devoluto a Find the Cure!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!"

Finite le feste si torna ai lavori in falesia dove stanno andando avanti due bellissimi cantieri: l'Erboristeria Centrale con tiri lunghissimi di 35-37 metri tutti da scalare e una nuova falesia collocata in una bellissima posizione che farà la felicità dei no big.

Promo: Il negozio CPR FREE SPORT offre a tutti i partecipanti al contest BLOC PENNAVAIRE  un'offerta imperdibile il nuovo gri gri plus a 89 Euro anziché 99!!!!!!!!!!!!







giovedì 8 giugno 2017

NOLI - tutti da Caffè Gino per scalare in piazza


Domenica prossima 11 giugno noi saremo in piazza Milite Ignoto a Noli con Caffè Gino che ha organizzato una giornata di solidarietà a favore di Finale for Nepal. Sarà allestito un muro di arrampicata dove grandi e piccini potranno provare a cimentarsi.
VIENI ANCHE TU, TI ASPETTIAMO!!!

giovedì 1 giugno 2017

FINALE - Falesia del Kaimano

Ieri siamo stati a far visita alla falesia che in questo periodo va per la maggiore tra i no big frequentatori del Finale.

Questa balza di roccia è stata scovata e attrezzata dall'instancabile cercatore e chiodatore Giorgio Delfino.

L'esposizione della falesia è E/SE è va all'ombra dalle 13:30/14 in questo periodo dell'anno.
L'accesso è molto ben indicato da bolli rossi preceduti da una vistosa scritta al secondo tornante del sentiero che sale da Case Valle verso Bric Scimarco. Attenzione per chi ha bambini o animali al seguito, per accedere alla base della falesia bisogna scendere un corda fissa e una serie di gradini cementati di una decina di metri.
Alla base c'è un comodo e largo disimpegno abbastanza comodo anche se dopo un'abbondante pioggia potrebbe risultare fangoso.
La roccia è quella classica del finalese abbastanza aggressiva, ma piacevole da scalare per chi ha buone dita.
Predominano l'arrampicata di placca e muro verticale ma c'è anche qualche parte strapiombante.
La lunghezza delle vie varia dai 15 ai 20 m.
Noi abbiamo salito 5 linee dal 6a al 6c e li abbiamo apprezzate.
Chiodatura ravvicinata permette anche ai meno impavidi di cimentarsi da primi di cordata (Qualche primo chiodo un po' troppo basso).
Una bella falesia da non sottovalutare.


BUONA SCALATA A TUTTI !

domenica 28 maggio 2017

VALPENNAVAIRE - due nuove FA per Matteo

La collaborazione tra Matteo Gambaro e ROC PENNAVAIRE sta dando frutti d'eccellenza, realizzando nuovi settori e incrementando quelli vecchi con linee di alta qualità.
Matteo su "Apollo 13"  (pic Elena Chiappa)

In alta Val Pennavaire nel settore Astronave è stata liberata da Matteo "Apollo 13" 8b (grado proposto) ..."la prima linea chiodata in combinata con the bolter machine Dinda".
Matteo su "Techno rave" (pic Federico Rimembrana)

Ed in un nuovissimo settore ancora Work
In Progress, sempre Matteo ha fatto la FA di "Techno rave" 8b (grado proposto).